Corona Virus o Coronavirus Covid19 Come Difendersi? Le 1000 Notizie dall'Italia


Sprofonda la Borsa italiana. Cresce il numero dei decessi: 463. I guariti sono 724. L'Italia seconda per morti e contagiati dopo la Cina. Ippolito (Spallanzani): "Fuggiti sono un potenziale rischio. Contattino la propria Asl e comunichino di essere tornati". Rivolte in m

Corona Virus o Coronavirus Covid19 Come Difendersi? Le 1000 Notizie dall'Italia

Sprofonda la Borsa italiana. Cresce il numero dei decessi: 463. I guariti sono 724.  L'Italia seconda per morti e contagiati dopo la Cina. Ippolito (Spallanzani): "Fuggiti sono un potenziale rischio. Contattino la propria Asl e comunichino di essere tornati". Rivolte in molte carceri. Alcuni evasi a Foggia. Sei morti a Modena 
LE MISURE PER LA ZONA ROSSA E PER L'ITALIA -  LE NOTIZIE DAL 1 AL 7 MARZO - 
TUTTI I NUMERI VERDI ISTITUITI DALLE REGIONI PER L'EMERGENZA

Protezione civile: "Ad oggi 9.172 casi totali"

In Italia sono al momento 7.985 le persone che risultano positive al coronavirus. Ad oggi in Italia sono stati 9.172 i casi totali. È quanto emerge dai dati diffusi dalla Protezione civile. Sono 724 le persone guarite. I deceduti sono 463. "Questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l'Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso", precisa la Protezione civile.

Di Maio: "Si vince o si perde insieme"

"Qui si vince o si perde insieme. Rispettiamo le regole e sconfiggiamo il virus il prima possibile! Se un medico, un infermiere, un operatore sociosanitario può fare un turno di 24 ore senza fermarsi un attimo, nemmeno per mangiare, allora noi possiamo starcene a casa ed evitare gli aperitivi. Se loro possono lavorare 24 ore, noi possiamo cambiare le nostre abitudini". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Sindaco Pozzuoli sospende attività mercati e pub

La sospensione delle attività di pub e paninoteche, delle fiere settimanali di Monterusciello (via Petito), Rione Toiano (via Cicerone) e della fiera giornaliera di via Roma è stata disposta  dal sindaco, Vincenzo Figliolia,  con apposita ordinanza, fino al 3 aprile 2020.  Regolato e contingentato anche l'accesso al mercato di via Fasano con riferimento ad una presenza contemporanea di 30 utenti. Inoltre, il sindaco ha imposto l'utilizzo di guanti e mascherine, sia per gli operatori che per i cassieri, per tutti gli esercizi commerciali di tipo alimentare, per i centri estetici, parrucchieri, manicure e pedicure. Il primo cittadino chiede infine alla polizia municipale di porre in essere ogni utile attività volta ad evitare e contrastare assembramenti, spontanei ed organizzati, sul territorio comunale, invitando anche le altre forze dell'ordine a prestare adeguata collaborazione.

Fontana: "Istituito conto corrente raccolta fondi"

"È attivo da oggi il conto corrente 'Regione Lombardia-Sostegno emergenza Coronavirus' (numero iban IT76P0306909790100000300089) per raccogliere fondi per sostenere le nostre strutture sanitarie, i nostri medici, infermieri e tutto il personale che in questi giorni sta combattendo una durissima battaglia per curare i cittadini lombardi e sconfiggere il Covid-19". Lo comunica il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

+++Stop allo sport, Spadafora "Già al lavoro per decreto"

"Sono già al lavoro per la stesura del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia sportiva, che spero possa essere firmato già nella giornata di domani". Lo annuncia il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, dopo l'annuncio del Coni dello stop a tutte lo sport fino al 3 aprile e la richiesta di un nuovo decreto sull'emergenza coronavirus per la sospensione delle gare.

Gasperini: "C'è apprensione e preoccupazione"

"I giocatori fanno parte della società e la società di emergenza. C'è apprensione e preoccupazione". Gian Piero Gasperini, alla vigilia della gara di Champions con il Valencia, commenta così la situazione legata al Coronavirus. "Qui a Valencia - aggiunge il tecnico dell'Atalanta a Sky - c'è una sensazione diversa da Bergamo e Italia. Siamo arrivati tranquilli, senza controlli particolari. Si vive come la vivevamo noi 20 giorni fa". Bergamo fa parte della "zona arancione" del dpcm.

Sale la tensione nel carcere di Melfi: 7 in ostaggio

Sette persone sono tenute in ostaggio dai detenuti che si sono rivoltati nel carcere di Melfi (Potenza) per protestare contro le restrizioni decise per il coronavirus. Secondo quanto si è appreso, gli ostaggi sono quattro agenti della polizia penitenziaria, due medici e una psicologa. I rivoltosi controllerebbero la zona del carcere in cui si trova l'infermeria.

Dap: "Disordini in 22 carceri"

Sono 22 gli istituti penitenziari interessati oggi da rivolte o manifestazioni di protesta provocate da una parte della popolazione detenuta. In molti istituti la situazione non è ancora rientrata e i disordini sono tutt'ora in corso. È il bilancio del Dap, il Dipartimento della amministrazione penitenziaria.

Carcere Foggia, 41 detenuti arrestati

Non ci sono ergastolani né elementi di spicco della criminalità organizzata foggiana tra i detenuti che sono riusciti a evadere questa mattina dal carcere di Foggia nel corso di una rivolta innescata dalle restrizioni imposte dalla amministrazione penitenziaria per arginare l'emergenza coronavirus. 41 i detenuti arrestati. La situazione sembra essere sotto controllo, ma l'istituto penitenziario è presidiato dalle forze di polizia.

Direttore carcere San Vittore, danni ingenti

"La protesta è rientrata ma abbiamo avuto ingenti danni, che non abbiamo ancora quantificato, in tutte le sezioni della struttura. Possiamo però dire che la rivolta è stata gestita con grande professionalità da parte di tutto il personale e della polizia penitenziaria che si è dimostrata all'altezza della situazione e che ringrazio". Lo ha detto Giacinto Siciliano, direttore del carcere milanese di San Vittore.

Raggi: "Rispettate direttive, restate a casa"

"È Il momento della responsabilità. Invito tutti a rimanere a casa il più possibile e rispettare direttive governo. Per sconfiggere il coronavirus c'è bisogno del contributo di tutti. Ognuno può contribuire a contenere il contagio. Lasciamo il virus fuori dalla porta #iorestoacasa". Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Twitter.

Toscana distribuisce 37.000 mascherine a medici

Mascherine, guanti e protezioni facciali in distribuzione da oggi a medici e pediatri di famiglia e ai medici di continuità assistenziale (guardia medica). Con decisione assunta dall'unità di crisi regionale, su mandato del presidente Enrico Rossi, Estar (Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale) ha provveduto ad acquisire e organizzare la consegna ad ogni medico di medicina generale, pediatra di famiglia e medico di continuità assistenziale di un kit di prodotti di protezione necessari per svolgere la propria attività in questa situazione di emergenza. La decisione riguarda 2.577 medici di medicina generale, 422 pediatri, 703 medici di continuità assistenziale dislocati su tutto il territorio toscano.

In coda a supermercati Roma, si entra a gruppi

Nei supermercati di Roma si entra contingentati. La misura è stata presa per rispettare la distanza di sicurezza imposta per evitare il contagio. Il risultato è che si creano code fuori dagli esercizi commerciali.

Montesilvano (Pescara) chiude i mercati

Anche Montesilvano (Pescara) adotta misure straordinarie per l'emergenza coronavirus. Il sindaco Ottavio De Martinis ha ha firmato due ordinanze per la sospensione dei mercati rionali di via Migliorino Di Pietro, via Lucania, via Torrente Piomba, viale Europa e piazza Indro Montanelli-piazza Muzii fino al 3 aprile, per evitare assembramenti di persone e per la chiusura al pubblico di tutti gli uffici comunali come prevenzione del rischio da contagio Covid-19. Solo alcuni uffici continueranno a ricevere i cittadini, previo appuntamento telefonico e solo per esigenze indifferibili ed urgenti: Ufficio Messi Notificatori; Ufficio Anagrafe; Ufficio Stato Civile ed Elettorale; Ufficio Servizi Cimiteriali; Ufficio Protocollo; Ufficio Urbanistica - Edilizia e SUAP; Polizia Municipale.

Ancora ricercati 34 evasi da carcere di Foggia

Sono 34 i detenuti evasi dal carcere di Foggia durante i disordini di oggi e tuttora ricercati dalle forze dell'ordine. Lo si apprende da fonti della polizia penitenziaria. Le ricerche sono state ampliate anche al Molise dopo che diversi detenuti si erano messi in fuga, a bordo di auto e furgoni rubati, in direzione Lucera. Sono invece oltre 40 gli evasi finora catturati dalle forze dell'ordine.

Zaia: "Non escludo più restrizioni prossimi giorni"

"Escludo che nei prossimi giorni ci possa essere un alleggerimento delle restrizioni decise, non posso escludere invece che ci possa essere un aggravamento delle stesse". Così il governatore del Veneto Luca Zaia parlando ad una televisione locale al termine di un video collegamento dalla sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia) con i presidenti delle altre regioni italiane. "Ho chiesto che le norme possano essere uniformi da Nord a Sud, perchè Questa situazione a macchia di leopardo non può dare i risultati sperati " ha poi ribadito.

Marracash, rinviato in autunno tour palasport

Marracash rinvia al prossimo autunno il tour nei palasport, dopo l'ordinanza del governo per il contrasto alla diffusione del coronavirus.
"In Persona Tour", dunque, partirà il 13 settembre dal Mediolanum Forum di Milano (invece che il 3 aprile). Queste le altre date a seguire: 14, 16 e 17 settembre Milano (in sostituzione delle date del 4, 18 aprile e 2 maggio); 20 ottobre Roma (sostituisce la data del 6 aprile); 22 ottobre Napoli (sostituisce la data del 9 aprile); 24 ottobre Bologna (sostituisce la data del 24 aprile); 26 ottobre Firenze (sostituisce la data del 16 aprile); 27 ottobre Torino (sostituisce la data del 28 aprile); 30 ottobre Catania (sostituisce la data del 9 maggio); 1 novembre Bari (sostituisce la data del 7 maggio). Ancora da definire la data di Jesolo, inizialmente prevista il 28 marzo, e quella all'Arena di Verona, previsto per il 22 maggio. I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per i nuovi spettacoli.

Rezza (Iss): "Su Roma allarme preventivo"

"Su Roma il mio era un allarme preventivo. Ci siamo trovati con una situazione del tutto inattesa a Codogno, drammatica, ma allora non si sapeva che il virus stesse circolando. Se ora vediamo anche un piccolo aumento in una località lontana dalla zona rossa, è giusta attenzionarla subito per non trovarci in difficoltà dopo. Preveniamo piuttosto che intervenire dopo", nella capitale come nel resto d'Italia. Così Giovanni Rezza, direttore dell'Iss, in conferenza stampa alla Protezione civile.

Piemonte, ipotesi misure più forti

Nel corso della videoconferenza con il governo e le altre Regioni, il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha ribadito la necessità di uniformare e irrigidire le misure di contenimento del coronavirus. Secondo quanto si apprende l'ipotesi, già avanzata venerdì scorso dalla Regione Piemonte, è stata condivisa da molti nel corso della riunione. Al momento nessuna decisione in merito è stata però adottata dal governo che si è presa il tempo di effettuare le opportune verifiche.

Ore 18

Boccia: "Riunione con regioni sarà quotidiana"

La riunione che si è tenuta oggi in videoconferenza alla Protezione Civile con gli enti locali "sarà una riunione quotidiana per avere un coordinamento automatico con tutte le Regioni, il Presidente dell'Anci, il Presidente dell'Upi, riunito in seduta permanente ogni giorno alle ore 15 attraverso una videoconferenza presso la Protezione Civile con tutti i ministri competenti", ha annunciato il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia al briefing alla Protezione Civile riferendo che oggi, oltre a lui e al ministro della Salute Roberto Speranza, c'era anche la ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli.

Ordinanza Regione Lazio per esentati da quarantena

La Regione Lazio ha aggiornato l'ordinanza tenendo conto delle disposizioni del Capo della Protezione Civile ad integrazione di quella di ieri sulle "Misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019". Quella firmata oggi - si legge in una nota congiunta dell'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato e del vicepresidente, Daniele Leodori - specifica i casi in cui la misura della permanenza domiciliare (quarantena) per coloro che provengono dalle 'zone rosse' non si applica: per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessita, obblighi connessi all'adempimento di un dovere, da motivi di salute; per spostamenti funzionali al transito e al trasporto merci, allo svolgimento della filiera produttiva da e per le zone indicate; per spostamenti funzionali allo svolgimento delle attività degli uffici pubblici, ovvero di funzioni pubbliche, comprese quelle inerenti organi costituzionali e uffici giudiziari; per spostamenti per esigenze di mobilità delle strutture operative del servizio nazionale di protezione civile e del servizio sanitario nazionale.

Gallera: "A Milano 100 contagi, preoccupa Brescia"

La provincia di Brescia è una di quelle che preoccupa di più visto l'aumento dei casi di Coronavirus negli ultimissimi giorni: lo ha detto l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebook sottolineando che i positivi sono 739 dunque 238 più di ieri. A Bergamo sono 1245 i positivi (+248), a Cremona 916 (+251), a Milano 506 (di cui 208 in città) con un aumento di cento unità da ieri a Lodi 928, a Cremona 916, a Pavia 296, a Mantova 102, a Lecco 66, a Monza 64, a Como 40, a Varese 44 e a Sondrio 7.

In Calabria mancano strumenti di protezione

La Calabria non è ancora nelle condizioni di poter affrontare l'emergenza nuovo coronavirus. Lo denuncia il presidente dell'Ordine medici di Cosenza, Eugenio Corcioni. Ad oggi, scrive in una lettera al ministro della Salute, "nessuna iniziativa organica e strutturale è stata ancora assunta per dotare tutti gli operatori sanitari dei necessari equipaggiamenti di difesa personale dal contagio e nessuna iniziativa è stata assunta per riorganizzare le strutture e l'accesso alle stesse in modo da evitare assembramenti e contatti tra pazienti in attesa".

Borrelli: "100 mila mascherine per carceri"

"Da domani distribuiremo 100 mila mascherine negli istituti penitenziari, dove sono state montate 80 tende di pre-triage" per lo screening del coronavirus, ha proseguito Angelo Borrelli in conferenza stampa.

+++ Paziente 1 respira autonomamente +++

"Il paziente 'uno' è stato trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva. È stato cioè 'stubato' in quanto ha iniziato a respirare autonomamente". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Il 38enne manager dell'Unilever è ricoverato a Pavia, mentre sua moglie, incinta di 8 mesi, è tornata a casa da qualche giorno dopo essere stata ricoverata al Sacco.

Bollettino Protezione civile

Sono 733 i malati ricoverati in terapia intensiva per coronavirus, 83 in più rispetto a ieri. Il dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile. Di questi 440 sono in Lombardia, che ha avuto un incremento in un giorno di 41 casi. Sono invece 4.316 i malati con sintomi ricoverati e 2.936 quelli in isolamento domiciliare.

Borrelli: "Sono 463 morti, 97 in più di ieri"

Sono 463, 97 in più di ieri, i morti legati al coronavirus in Italia. Il nuovo dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli nella conferenza stampa alla Protezione Civile.

+++Da domani chiusi tutti impianti sciistici+++

Il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ha annunciato che da domani sono chiusi tutti impianti sciistici del Paese. "Dobbiamo prendere atto che il buon
senso che spesso abbiamo chiesto non solo non c'é stato, ma c'è stata anche una operazione di marketing vergognosa. Ci riferiamo alla sollecitazione ad alcuni studenti liberi da impegni scolastici ad andare in montagna", ha detto Boccia sottolineando che "operazioni pubblicitarie e di marketing come quella fatta sull'Abetone è un esempio di quello che non  va fatto".

Scuola, collegi docenti sospesi fino a 3 aprile

Collegi dei docenti sospesi fino al 3 aprile. Il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, conferma di aver ricevuto la circolare da parte del ministero dell'Istruzione che aggiorna le indicazioni operative per le scuole al Decreto del Presidente del Consiglio dell'8 marzo. "Il ministero ha voluto puntualizzarlo - spiega - ma nessuno pensava di convocare riunioni alle quali partecipano centinaia di persone, perchè tali sono i collegi dei docenti, in questa fase in cui abbiamo in atto misure di contenimento del contagio. È l'ultima cosa da fare".

Chiavari, avvisi al megafono: "Non uscite di casa"

"Attenzione, si invita la cittadinanza a restare il più possibile a casa per evitare il contagio": con questo avviso acustico a Chiavari (Genova) alcuni mezzi della Polizia municipale da questa mattina diffondono con megafono l'invito a non uscire uscire, vista l'emergenza legata al coronavirus. È "una misura precauzionale necessaria da attuare in ogni famiglia: è strettamente necessario attenersi alle disposizioni ministeriali e regionali, dimostrando senso civico e responsabilità - segnala il sindaco di Chiavari Marco Di Capua -. Domani mattina riuniremo di nuovo la task force comunale per procedere allo studio di ulteriori misure di prevenzione e contenimento, non in conflitto con il dpcm dell'8 marzo".

Stop colloqui con familiari in carcere Isernia

I colloqui con i familiari al carcere di Isernia sono stati sospesi fino al 31 maggio. Nella struttura penitenziaria ci sono 64 detenuti, a fronte di una capienza regolamentare di 50. Il dato è pubblicato nel report del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap) aggiornato al 29 febbraio scorso.

Gori: "A Bergamo negozi chiusi"

"I commercianti di diverse aree della città di Bergamo hanno deciso oggi di chiudere negozi, ristoranti e bar per tutta la settimana, nonostante possano comunque tenere aperto fino alle 18, per dare un segnale ai cittadini e invitarli a stare a casa". Lo ha annunciato il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, intervenendo oggi pomeriggio a 'La vita in diretta' su Raiuno. "Nelle ultime 36 ore la città è completamente cambiata - ha aggiunto Gori -, grazie in parte al mio appello, ma anche e soprattutto alle indicazioni del governo, che sono servite a far capire quale sia la gravità della situazione e la responsabilità di ognuno nel contrastare la diffusione del virus. Non è il momento di andare in giro: anche per lavorare è meglio farlo a distanza".

Sono 204 le persone tornate in Basilicata dal Nord

Nelle ore scorse sono tornate dalla zona arancione del Nord Italia in Basilicata 204 persone. Lo ha reso noto la task force regionale sul coronavirus, specificando che le 204 persone sono state censite dalla Protezione civile. Oggi, inoltre, in Basilicata sono stati 13 i tamponi effettuati: i risultati di laboratorio "verranno resi noti in serata". In Basilicata finora sono cinque i casi di coronavirus accertati. Al numero verde regionale 800996688, oggi, dalle ore 8 alle 16, sono "arrivate 600 chiamate da parte dei cittadini".

Coni: "Stop a eventi sportivi fino al 3 aprile, ma serve dpcm"

"Sono sospese tutte le attivita 'sportive ad ogni livello fino al 3 aprile 2020", ma per poter procedere a questa disposizione "viene richiesto al governo di emanare un apposito dpcm che possa superare quello attuale in corso di validita". Lo ha stabilito il Coni al termine di una riunione con i vertici delle federazioni sportive.

Emilia Romagna vara misure da 45 milioni per famiglie e imprese

La Regione Emilia-Romagna ha varato un pacchetto di oltre 45 milioni in favore di famiglie e imprese. Uno stanziamento per far fronte alla crisi di queste settimane, formato da 15 milioni di fondi straordinari del bilancio e oltre 30 di contributi liquidati in anticipo rispetto alle scadenze fissate nei prossimi mesi. "Abbiamo chiesto al Governo un piano di interventi in grado di rappresentare uno shock per l'economia nazionale, ma nel momento in cui si chiede, bisogna anche essere in grado di fare in prima persona", ha sottolineato il governatore, Stefano Bonaccini. Le misure prevedono 10 milioni di euro per l'intero sistema delle imprese, a partire dalle Pmi, per l'accesso al credito a zero interessi. Un'operazione condotta insieme ai Consorzi fidi e alle banche "e in grado di generare investimenti per almeno 100 milioni di euro". Altri 5 milioni di euro per misure di welfare a favore delle famiglie, 18 destinati ai Comuni, già assegnati per finanziare i servizi per l'infanzia, 6 al settore cultura, 3,4 per abbattere i tassi di interesse sui mutui delle imprese agricole e, infine, 3 milioni a fondo perduto per il comparto turismo e gli albergatori.

Regione valuta stop locali-bar in tutta Emilia Romagna

La possibilità di estendere a tutta l'Emilia-Romagna le restrizioni sugli orari di locali e bar sarà valutata e discussa nelle prossime ore. A confermarlo il governatore Stefano Bonaccini, lasciando intendere la necessità di omogeneizzare a tutto il territorio lo stop dalle 18 alle 6, già previsto nelle zone chiuse e adottato anche da Bologna. "Noi abbiamo posto la questione agli amministratori delle province non chiuse", ha spiegato Bonaccini: "Nelle prossime ore valuteremo, ma credo che vada omogeneizzato tutto quello che possiamo".

Bonaccini: "Spostatevi solo per necessità"

"Voglio rivolgere un appello: fate in modo di spostarvi solo per necessità e adeguarvi ai comportamenti indicati". A ribadirlo il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ricordando che "dobbiamo cambiare abitudini per i nostri familiari e amici". Parlando in una diretta Facebook, Bonaccini ha spiegato di avere "fiducia nell'Emilia-Romagna, una terra di persone che solitamente dimostrano un grande senso civico: chiedo a tutti di confermarlo ancora una volta". E ha concluso: "Non ho dubbi che ce la faremo, anche se sarà dura", perché "abbiamo anche una crisi economica a fianco dell'emergenza sanitaria, ma prima di tutto viene la salute".

Gallera: "Se contagio va così, non siamo in grado di dare risposte di qualità"

"Se la quantità di persone ricoverate cresce come nelle ultime due settimane non saremo per molto tempo in grado di dare risposte di qualità", ha detto ancora l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebook. "Dove la gente è rimasta a casa - ha aggiunto - i risultati ci sono"

Ore 17

Domani alle 12 incontro Conte-opposizioni

Si terrà domani alle 12 a Palazzo Chigi, a quanto si apprende da fonti parlamentari, l'incontro tra il premier Giuseppe Conte e i leader dell'opposizione sull'emergenza coronavirus.

Emilia Romagna, Bonaccini: "Non sappiamo quando finirà emergenza"

"L'emergenza non è terminata, non è finita e non sappiamo quando terminerà. Il primo appello è quello di non prendere sottogamba i consigli che la comunità scientifica sta dando". A dirlo il governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, durante una diretta Facebook dalla sede della Regione.

Lombardia, Gallera: "Recuperati 223 posti in intensiva"

"Ad oggi" siamo riusciti in tutto a "recuperare 223 posti di terapia intensiva" per pazienti di Coronavirus: lo ha detto l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in diretta Facebook, "e altri 150 contiamo di aprirne in sette giorni". "La nostra sfida - ha aggiunto - è avere più posti di quanto necessario".

Infettivologi: "Tamponi a tappeto per sintomatici"

Per affrontare quella che è ormai "un'epidemia incontrollata su gran parte del territorio italiano" sono "necessari subito tamponi a tappeto per tutti i pazienti sintomatici con una affezione delle vie respiratorie", anche senza collegamenti con le zone più a rischio o con contagiati. Questo l'appello di Marcello Tavio, presidente della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (Simit).

Gallera: "Sistema sta reggendo e regge bene"

"Il sistema sta reggendo e regge bene": così l'assessore Giulio Gallera ha rassicurato i lombardi durante la diretta su Facebook. "Stiamo costruendo ogni giorno risposte importanti", ha detto l'assessore regionale. Gallera ha parlato di un "impegno straordinario che ci permette risposte di qualità" e ha citato le "parole scorate di anestesisti che sono sul fronte, comprensibili perché c'è un afflusso oltre le aspettative di pazienti"; ma, ha sottolineato, "vi voglio rassicurare, il sistema sta reggendo e regge bene".

Salvini sente Conte, domani incontro con opposizioni a Roma

Il leader della Lega Matteo Salvini e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si sono sentiti e potrebbero vedersi domani a Roma, con gli altri leader dei partiti dell'opposizione, per valutare iniziative per fronteggiare l'emergenza coronavirus con spirito collaborativo. Salvini è al lavoro da questa mattina nella sede di Regione Lombardia a Milano, in contatto costante con i sindaci e con i governatori, a partire da Attilio Fontana e Luca Zaia, per presentare al governo un pacchetto di provvedimenti e di soluzioni concrete e tempestive.

Fontana: "135 mln per cassa integrazione"

"La Regione Lombardia ha acquisito il via libera anche dalle Parti Sociali per l'attivazione della cassa integrazione e per la cassa integrazione in deroga a favore della imprese lombarde. Il provvedimento sarà attivo con effetto retroattivo e con uno stanziamento di 135 milioni di euro": lo comunica il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della 'Segreteria tecnica del Patto per lo sviluppo', individuata come task force per la gestione delle misure anti crisi economica da Coronavirus riunita in urgenza, riunitasi oggi a Palazzo Lombardia.

Oms: "Dall'Italia misure aggressive"

"L'Italia sta adottando misure aggressive e speriamo che nei prossimi giorni vedremo i risultati". Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale per la sanità (Oms), Tedros Ghebreyesus, nella conferenza stampa quotidiana.

Protesta carcere a Padova, fuoco a lenzuola

Una protesta di una quarantina di detenuti è stata inscenata ieri notte nel carcere di Padova, per contestare le restrizioni su visite e colloqui introdotte dal dpcm sul coronavirus. Sono state gettate all'aria le brandine delle celle e date alle fiamme le lenzuola; danneggiati anche alcuni tavoli. La protesta è poi rientrata dopo la mezzanotte, al termine di una trattativa con il direttore del carcere. Né i detenuti né gli agenti sono rimasti feriti.

Roma, accesso a lavoro agile dipendenti comunali

Vengono attivate oggi, sino al 20 marzo, procedure straordinarie per agevolare la possibilità per tutti i dipendenti capitolini di accedere a modalità di lavoro agile. Lo prevede una circolare inviata dal Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane a tutte le strutture di Roma Capitale. I responsabili di ogni struttura dovranno autorizzare le richieste di attivare il lavoro agile da parte dei dipendenti, garantendo la continuità di tutti i servizi pubblici essenziali.

"Nessun docente a scuola fino al 3 aprile". Verso la proroga della chiusura delle classi in tutta Italia.

Circolare del ministero dell'Istruzione a presidi e Uffici scolastici

Ore 16

Nardella: "Surreale mettere a rischio calciatori"

"A me dispiace che il presidente dell'Aic" Damiano Tommasi "sia stato insultato, credo abbia detto delle cose ragionevoli. Stiamo chiudendo scuole, teatri, locali pubblici, diventa un po' surreale mettere a rischio la salute di tanti atleti per portare avanti un campionato quando nel Paese mi pare che ci sia un clima serio, di responsabilità". Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento a 'Un giorno da pecora' su Radio Rai 1, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sull'eventuale decisione di sospendere i campionati di calcio a causa del diffondersi del coronavirus. Secondo Nardella è "surreale e triste vedere partite senza pubblico".

Dottori commercialisti, no versamenti fino 30 aprile

"In considerazione dell'emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese, vogliamo assicurare che la Cassa previdenziale dei dottori commercialisti  (Cnpadc) si attiverà in favore degli iscritti in oggettiva difficoltà, assumendo tutte le decisioni necessarie e i provvedimenti utili a garantire serenità per coloro che si trovino, o dovessero trovarsi in stato di bisogno", e a tal proposito "è stata già stabilita la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali in scadenza nel periodo dal 23 febbraio al 30 aprile 2020, fatta salva la facoltà di quanti vogliano, comunque, provvedere". Lo rende noto l'Ente pensionistico professionale, a proposito delle conseguenze della diffusione del virus Covid-19. Non soltanto è stata stabilita una "riorganizzazione della struttura della Cassa, in modo da garantire l'operatività anche in una situazione di emergenza, quale quella che stiamo vivendo", ma è anche "stato attivato un piano di emergenza che prevede il ricorso a forme di 'smart working' in grado di garantire, seppure con tempi meno rapidi e per quanto tecnicamente possibile, l'operatività e i servizi essenziali a favore degli associati", recita una nota, in cui si specifica che "i colleghi professionisti che avessero necessità di contattare la Cassa per ragioni di urgenza, potranno farlo, dal 9 marzo fino a nuova comunicazione, esclusivamente in modalità telematica". Tutti i particolari su www.cnpadc.it.

A Parma controlli in stazione e ai caselli

Sono scattati questa mattina in provincia di Parma i primi posti di blocco per il controllo degli spostamenti delle persone all'interno del territorio provinciale, che fa parte delle zone chiuse previste dal decreto. Per ora non si segnalano criticità. ma il traffico si è notevolmente ridotto nelle ore non di punta. Controlli sono stati effettuati anche in stazione e ai caselli autostradali.

Genova, revocata seduta Consiglio comunale

Il presidente del Consiglio comunale di Genova Alessio Piana, con riferimento alle misure per il contrasto ed il contenimento sull'intero territorio nazionale della diffusione del virus Covid19, adottate con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020, comunica in una nota che il consiglio comunale, convocato per domani, martedì 10 marzo, e le commissioni consiliari previste dal 9 al 13 marzo non avranno luogo. Giovedì 12 marzo in Sala Rossa si riunirà la conferenza dei capigruppo per valutare la futura programmazione dei lavori del Consiglio Comunale e delle Commissioni consiliari.

Autovie, via personale da caselli autostradali

Caselli "solo con casse automatiche", e un esattore disponibile "in casi di criticità", sulla rete autostradale gestita da Autovie Venete. È una delle misure messe in atto dalla Concessionaria, per "un'azione di prevenzione efficace" contro la diffusione del coronavirus. "Tutti i servizi di primario interesse - assicura Autovie - sono garantiti anche con azioni di rinforzo: gli ausiliari possono contare su sette diverse sedi, così come gli operai della manutenzione che gravitano su Palmanova, Cessalto, Portogruaro e Porcia. Questo fa sì che non ci siano assembramenti. La mensa di Palmanova, in cui vengono serviti circa 200 pranzi, già dalla scorsa settimana ha sostituito l'erogazione con la consegna dei pacchetti pranzo. Chiuso il Centro Assistenza Clienti di Venezia e anche quello di Latisana. Nelle aree di servizio in zona rossa (Gruaro, Fratta, Calstorta e Bazzera) è stato adottato l'orario di apertura ridotto dalle 6 alle 18. Aperti gli impianti di erogazione del carburante".

Ministro Speranza arrivato a Protezione civile

Il ministro della Salute Roberto Speranza è arrivato alla Protezione civile a Roma, dove è in corso una riunione di coordinamento sull'emergenza coronavirus in videoconferenza con le Regioni, con il commissario Angelo Borrelli e il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia.

Ore 15

Iniziati servizi controllo in vie accesso Milano

Sono iniziati i servizi di controllo delle volanti della polizia, in collaborazione con i commissariati di zona, in corrispondenza delle arterie di accesso alla città di Milano. Sono già stati allestiti dei posti di controllo in zone strategiche come via Novara e via Palmanova, rispettivamente agli ingressi Ovest ed Est di Milano. Gli equipaggi controllano chi entra ed esce dalla città e hanno in dotazione l'autocertificazione sulle necessità dello spostamento da far compilare ai cittadini che non se ne sono dotati.

Università Torino, prime lauree telematiche

Prime lauree magistrali per 33 studenti del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Torino n modalità telematica della sessione straordinaria. Fino al 27 marzo sarà coinvolto un totale di 204 studenti al solo Dipartimento di Psicologia. Il calendario delle prove finali proseguirà in tutti i 27 Dipartimenti di UniTo e coinvolgerà circa 2.500 studenti.

Cassazione, stop a udienze tranne quelle urgenti

Rinvio di tutte le udienze, civili e penali, tranne quelle con caratteristiche d'urgenza, come disposto dal decreto legge approvato dal Governo per il contrasto all'emergenza coronavirus negli uffici giudiziari. E' quanto prevede il provvedimento firmato oggi dal primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone: per il settore penale viene disposto il rinvio d'ufficio di tutti i procedimenti (udienza pubblica, camerale partecipata, camerale non partecipata, de plano) fissati dal 9 al 22 marzo, ad eccezione di quelli nei quali, in questo stesso periodo, scadano i termini massimi di custodia cautelare o sono state richieste o applicate misure di sicurezza detentive oppure in cui i detenuti, gli imputati, i preposti o i loro difensori "chiedano, con istanza pervenuta entro l'11 marzo anche a mezzo pec, che si proceda alla trattazione nei casi eccezionali espressamente previsti" nel decreto legge. Anche per il settore civile viene disposto il rinvio d'ufficio di tutte le udienze e le adunanze camerali tra il 9 ed il 22 marzo, "ad eccezione di quelle a carattere di urgenza" indicate nel provvedimento del Governo, "che saranno fissate nella prima udienza utile successiva al 22 marzo".

De Luca: "Per marzo picco contagi in Campania"

"Con l'arrivo di centinaia di persone non tutte controllate dal nord Italia, andremo in difficoltà, il lavoro di prevenzione capillare diventa difficile. Se hai 100 persone contagiate puoi contattare 1000 persone che hanno avuto contatti con loro ma se aumentano il lavoro diventa difficile e quindi per marzo ci aspettiamo un picco di contagi in Campania". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in una diretta Facebook.

A Spezia detenuti in rivolta, alcuni sul cornicione

Rivolta dei detenuti nel carcere di Villa Andreino alla Spezia da questa mattina, sulla scia delle proteste scattate come in altre case circondariali d'Italia per le disposizioni legate al contenimento del coronavirus. La direttrice Maria Cristina Biggi e alcuni operatori sono "asserragliati all'interno per cercare di riportare la situazione alla calma" racconta un operatore, mentre alcuni detenuti sono saliti sul cornicione. Intorno alla struttura sono dispiegate decine di auto delle forze dell'ordine per questioni di sicurezza ed evitare eventuali tentativi di evasione. Nel carcere spezzino ci sono 225 detenuti, per una capienza di 160.

Conte lascia Viminale dopo Comitato sicurezza

Il premier Giuseppe Conte ha appena lasciato il Viminale dove si è svolto Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza. Alla riunione a quanto si apprende, ha fatto seguito un lungo colloquio tra Conte e il ministro dell'interno Luciana Lamorgese.

'Accesso limitato' al Palagiustizia di Milano

Da stamattina l'accesso al Palazzo di Giustizia di Milano, dove nei giorni scorsi sono stati accertati casi di magistrati positivi al Coronavirus, è "limitato" e "viene richiesta la ragione dell'ingresso". Lo comunica l'Ordine degli Avvocati di Milano. Già nei giorni scorsi erano stati posti dei cartelli agli ingressi nei quali si raccomandava di entrare solo per necessità ed urgenze, ma da oggi ci sono maggiori restrizioni. Anche l'Ordine degli avvocati milanesi, nel frattempo, ha varato le sue regole per gli studi legali per l'emergenza sanitaria: "Le indicazioni sono quelle di lavorare da casa, sostituire riunioni di persone con le videoconferenze, al limite prendere permessi o ferie". L'Ordine richiama "i titolari degli studi alle necessità di attenersi alle prescrizioni, specie nei rapporti con i dipendenti e collaboratori, favorendo dunque lo smartworking".

Emiliano nomina capo emergenze epidemiologiche

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha nominato con proprio decreto Pietro Luigi Lopalco, professore ordinario di Igiene presso l'Università di Pisa, responsabile della struttura speciale di progetto "Coordinamento Regionale Emergenze Epidemiologiche" in seno all'Aress, Agenzia regionale strategica per la salute e il sociale.

80 uomini per controlli forze ordine a Venezia

Sono una quarantina gli equipaggi delle forze dell'ordine, per un totale di circa 80 uomini, impegnati nei controlli per il rispetto delle restrizioni sugli spostamenti nell"area rossà della provincia di Venezia. Si tratta di pattuglie della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza. Le attività di verifica sono iniziate già ieri sera. Al momento, si apprende dalla Questura, non sono state segnalate situazioni o problematicità di rilievo.

Novara, stretta sui controlli, ma niente check point

Sono tre le pattuglie che controllano da questa mattina le vie d'accesso a Novara: una è della polizia di Stato, una dei carabinieri e una della municipale. A rotazione, si spostano sulle arterie principali che portano a Novara. Nessun check point è stato allestito. Numerosi i controlli effettuati per verificare il rispetto delle nuove misure anti-coronavirus, che vedono quella di Novara tra le quattordici province con le disposizioni più rigide. Al momento non sono stati presi provvedimenti. L'indicazione emersa dalla Prefettura, nella riunione di ieri, è di utilizzare questi primi giorni per 'educare' i cittadini. Nessuna sanzione, al momento, è stata dunque elevata.

Detenuti su tetto carcere S.Maria Capua Vetere

Tensione al carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Una decina di detenuti del Reparto Nilo sono saliti sui tetti in segno di solidarietà con i detenuti delle altre carceri italiane ma anche per protestare contro la decisione di sospendere i colloqui con i familiari. Al momento la situazione appare sotto controllo, anche perché nel carcere di Santa Maria Capua Vetere i detenuti non possono passare da un reparto all'altro.

Liguria, scatta autodenuncia cittadini zone rosse

È scattata alle 14 in tutta la Liguria l'ordinanza che impone l'autodenuncia per tutti i cittadini provenienti dalla regione Lombardia, dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino,  Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, che non siano residenti in Liguria ma che vi siano arrivati dalla mezzanotte del 24 febbraio e i cui spostamenti verso e dalla Liguria non siano avvenuti per comprovate esigenze lavorative o dettate da situazioni di necessità o da motivi di salute. L'ordinanza prevede che i suddetti cittadini restino al proprio domicilio. La segnalazione telefonica deve essere fatta dal diretto interessato per sé e, dove presente, per il proprio nucleo familiare. Lo ribadisce Alisa in una nota.

Appello Sardine: "Ragazzi restate a casa"

"A tutti i giovani ragazzi e ragazze! Riprendiamo con forza gli appelli lanciati dalla campagna #iorestoacasa e non solo: non è il momento di trasgredire alle limitazioni e tutti quanti - giovani e non - dobbiamo rispettare la richiesta di stare in casa il più possibile. Non usciamo se non è indispensabile!". È l'appello delle Sardine per arginare i contagi.

Sardegna, indirizzo mail per autodenunce

I passeggeri in arrivo dalle zone rosse e che in virtù dell'ordinanza del presidente della Regione Sardegna dovranno autodenunciarsi, potranno farlo anche attraverso un indirizzo mail attivato dall'amministrazione: [email protected] Il numero verde 800311377 destinato a chi ha dubbi sulle proprie condizioni di salute, ora accessibile dalle 8 alle 20, sarà contattabile h24 non appena sarà assunto un numero sufficiente di addetti al call center. Lo ha fa sapere l'assessore della Sanità Mario Nieddu, che ha anche rinnovato un appello alla popolazione: "Non dobbiamo essere allarmisti, ma le persone devono capire che lo strumento principe che abbiamo è l'abbattimento della circolazione virale.
Il virus circola solo con le persone.

Altri cinque positivi, casi Abruzzo salgono a 29

Salgono a 29 i casi di coronavirus in Abruzzo. Si registra un'impennata nelle ultime ore, con dodici nuovi pazienti. Dalle analisi eseguite nel laboratorio della Asl di Pescara, centro di riferimento regionale per l'emergenza, sono emersi altri cinque nuovi casi positivi al Covid 19, che si aggiungono ai sette già comunicati questa mattina. Si tratta - fa sapere il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione - di due uomini di Ortona (Chieti), entrati in contatto con l'uomo deceduto la scorsa settimana: uno si trova in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte della Asl, l'altro è ricoverato nel reparto di Malattie infettive del policlinico di Chieti. Altri tre casi riguardano altrettante donne entrate in contatto con l'uomo di Città Sant'Angelo (Pescara) ricoverato all'ospedale di Penne (Pescara) e risultato positivo. Due sono ricoverate, mentre una è in isolamento domiciliare. È risultato invece negativo il tampone eseguito sull'uomo deceduto sabato pomeriggio all'ospedale di Penne.

Senato, mercoledì informativa di Bonafede su carceri

Il prossimo mercoledì, 11 marzo, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede renderà nell'Aula del Senato la sua informativa sulla situazione delle carceri, nelle quali sono in corso rivolte a causa dell'emergenza coronavirus. Lo ha appena deciso la conferenza dei capigruppo del Senato, che si è conclusa dopo 2 ore e 45 di riunione.

Fuori dal carcere Modena tensione con familiari

Non si arresta la tensione nel carcere di Modena. Dopo la rivolta di ieri, in mattinata sono stati i familiari di alcuni detenuti a presentarsi fuori dai cancelli del Sant'Anna e a protestare. Un'azione che ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Ieri all'interno del carcere erano presenti circa 400 persone, ora in gran parte trasferite in altre strutture. Tre sono i detenuti morti a Modena e altri tre nel corso del trasferimento o una volta arrivati a destinazione. Quattro i ricoverati in gravi condizioni. Il carcere ha avuto danni molto gravi. "Nemmeno un uragano - ha detto al Tgr Emilia-Romagna Francesco Campobasso, segretario nazionale del Sappe - avrebbe causato conseguenze così devastanti".

Porro positivo, sospeso 'Quarta Repubblica'

Nicola Porro, conduttore del programma di Retequattro 'Quarta Repubblica' è risultato oggi positivo al test coronavirus. Lo annuncia Mediaset, che ha sospeso il programma per cautela sanitaria e ha invitato tutti i professionisti della redazione di "Quarta Repubblica" a restare in isolamento domiciliare. Pertanto, a cominciare dalla puntata prevista questa sera, il programma non andrà in onda in attesa degli sviluppi della situazione. Porro sarà video-collegato in diretta da casa con l'edizione speciale di "Stasera Italia" di Barbara Palombelli che andrà in onda stasera in prima serata su Retequattro.

A ospedale Treviso operative tende pre-triage

Sono operative da oggi le tende per il pre-triage installate fuori dall'ospedale Cà Foncello di Treviso. Lo rende noto l'Azienda Ulss 2 trevigiana.
La Protezione Civile nei giorni scorsi aveva allestito una tensostruttura esterna dedicata ai casi sospetti di Coronavirus, in modo da limitare i rischi di contagio e riorganizzare i percorsi ospedalieri. Le persone da oggi saranno valutate da operatori della Protezione Civile, coadiuvati da un operatore sanitario per un primo screening. Quelle con sintomatologia sospetta come tosse, febbre e difficoltà respiratorie, salteranno il triage del pronto soccorso e seguiranno un percorso per la loro messa in sicurezza. Gli altri potranno accedere normalmente al triage del pronto soccorso.


Ore 14

Rossi: "Arrivati a migliaia in Toscana da zone rosse"

"I sindaci ci riferiscono che ieri è stata presa d'assalto l'isola d'Elba, tutta la costa toscana e anche l'Aretino da persone che vengono dalla Lombardia. Anche l'Abetone (Pistoia), da chi viene da Modena. Chiediamo a tutti di tornare nei loro paesi, nelle loro città. Serve un atto di responsabilità. Chiederò al Governo di assumere provvedimenti in questo senso. Il contenimento è fondamentale". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, spiegando che sarebbero "decine di migliaia di persone" le persone venute in questi giorni dalle zone rosse in Toscana per vacanza.

Garante: "Preoccupa molto violenza carceri"

Il Garante nazionale delle persone private della libertà personale Mauro Palma esprime "forte preoccupazione" per le proteste da giorni in corso in diversi Istituti penitenziari, proteste "sfociate talvolta in violenze inaccettabili, con conseguenze gravissime, prime fra tutte la morte di alcune persone detenute".

Coronavirus, donano 100mila euro al San Raffaele. Ferragnez: "Donate anche voi. Insieme siamo una forza"


Marche, altri tre decessi: salgono a quota 10

Ci sono tre nuovi decessi nelle Marche. Lo fa sapere la Regione Marche. Le persone decedute sono due uomini 87enni e una donna di 73 anni. Tutti provenienti da Marche Nord. Il totale dei decessi dall'inizio dell'emergenza sale così a 10.

Posti controllo Cc tra Modena e Bologna

Sono stati predisposti posti di controllo dei Carabinieri al confine tra il territorio di Bologna e quello di Modena, una delle cinque province dell'Emilia-Romagna dove, come disposto dal decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono in vigore misure più rigorose per limitare i contagi da coronavirus. Al momento, i militari della Compagnia di Borgo Panigale stanno organizzando il servizio lungo la via Emilia, nelle località dopo Castelfranco Emilia in direzione Bologna. Nelle prossime il servizio di controllo verrà organizzato, a presidio del confine, anche nella zona collinare e in pianura.

Protesta in carcere Matera, detenuto sul tetto

Per protestare contro le restrizioni ai colloqui decise in seguito all'emergenza legata al coronavirus, una decina di detenuti del carcere di Matera si è rifiutata stamani di rientrare nelle celle: un detenuto è riuscito a salire sul tetto dell'istituto. Nel carcere sono intervenuti agenti di Polizia, Carabinieri e militari della Guardia di Finanza "per contenere e gestire la protesta in sinergia con la polizia penitenziaria", ha reso noto il questore di Matera, Luigi Liguori, che ha definito "decisa" la protesta dei detenuti.

Comune Trieste, chiusura anagrafe fino a 12 marzo

Il Comune di Trieste ha precisato che tutti i Servizi Demografici resteranno chiusi fino a giovedì 12 marzo e che sono stati avviati gli interventi sanitari e di sanificazione. Come anticipato nella serata di ieri, la chiusura è stata decisa in seguito a un caso di contagio da covid - 19. A partire da domani, un unico punto di contatto sarà aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00 alla Sala Tergeste - piazza Unità d'Italia - dedicato esclusivamente alla ricezione di dichiarazioni di nascita e denunce di decessi. Tutti gli appuntamenti già presi presso i centri civici nei giorni di chiusura verranno "ricalendarizzati" attraverso contatto diretto con gli interessati.

Ore 13
Armani dona un milione e 250 mila euro agli ospedali

"A fronte dell'attuale situazione di emergenza il Gruppo Armani dona un milione e 250 mila euro agli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele e Istituto dei Tumori di Milano, Spallanzani di Roma e a supporto dell'attività Protezione Civile". Lo comunica una nota della maison.


Primo morto a Torino positivo a test

Primo morto a Torino positivo al Coronavirus. In mattinata è deceduto all'ospedale San Giovanni Bosco un uomo di 76 anni, torinese, affetto da molteplici patologie, risultato positivo al Covid-19. Salgono a 13 i decessi di persone positive in Piemonte. Sono al momento 50 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.


Ore 12

Stop a udienze, avvocati revocano l'astensione

Gli avvocati revocano l'astensione di 15 giorni dalle udienze proclamata la scorsa settimana. Questo perchè, spiega in una nota l'organismo congressuale forense, il decreto con cui il governo ha disposto il rinvio d'ufficio di gran parte delle "udienze dei procedimenti civili e penali pendenti in tutti gli uffici giudiziari" per fronteggiare l'emergenza coronavirus ha fatto "venir meno le ragioni per la prosecuzione dell'astensione". L'astensione era stata indetta mercoledì scorso e avrebbe dovuto essere valida per il periodo compreso tra il 6 e il 20 marzo. Alla base della decisione dei legali c'era il fatto che, secondo l'organismo congressuale forense, le misure disposte fino a quel momento dall'esecutivo relativamente alle attività giudiziarie erano "assolutamente non adeguate a ridurre ragionevolmente il rischio di contagio". Lo stop alle udienze deciso ieri dal governo ha però reso, di fatto, inutile l'astensione proclamata dagli avvocati, che infatti è stata revocata con effetto immediato.




Caso sospetto, Corte Conti chiude uffici Roma

Chiuse le sedi di Roma della Corte dei conti per consentire le operazioni di sanificazione degli uffici, in seguito a un caso sospetto di Coronavirus riscontrato su un dipendente della Corte, ricoverato dalla giornata di ieri all'Ospedale Spallanzani di Roma.


Conte al Viminale per Comitato sicurezza 

Il premier Giuseppe Conte è al Viminale per partecipare alla riunione del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocata dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese per fare il punto sull'emergenza Coronavirus e sulle misure attuate per il contenimento della diffusione. E' stata la stessa ministra a chiedere a Conte di partecipare alla riunione, cui prendono parte i vertici delle forze dell'ordine.


Ucciardone blindato dopo i tentativi di evasione

Ca